La Dott.ssa Ragusa, psicologa a Casale Monferrato, esegue diagnosi infantili e offre supporto psicologico a bambini di tutte le età, con incontri individuali e con l’osservazione del comportamento nel contesto in cui sono inseriti.

Per un’accurata indagine e individuazione del disagio psicologico che disturba il bambino, l’approccio sistemico-relazionale è specificatamente indicato: mediante l’osservazione delle problematiche in atto sia nella sfera emotivo-cognitiva del bambino, sia alla luce delle dinamiche presenti nei suoi contesti di appartenenza – scuola, famiglia, altri contesti di riferimento – è possibile ricostruire in maniera completa la situazione psicologica del bambino, individuare le cause del disagio infantile e, con il supporto di un professionista, ripristinare il benessere psicologico del bambino.

La consulenza e il supporto psicologico offerti dalla Dott.ssa Ragusa mirano a cogliere i disagi infantili che, sin dai primi anni d’età, possono manifestarsi attraverso un sintomo somatico o attraverso un disturbo del comportamento.

Tra i principali disturbi psicologici dell’infanzia:

  • Dislessia
  • Problemi di autostima
  • Iperattività
  • Disturbi dell’apprendimento
  • Disturbi Emotivi
  • Disturbi del Comportamento

La Dott.ssa Ragusa, forte anche dell’esperienza di tanti anni come insegnante in ambito scolastico, si propone di offrire un efficace supporto psicologico teso a:

  • cogliere per tempo i segnali di disagio psicologico del bambino
  • intervenire in modo idoneo e, quando possibile, in maniera preventiva
  • risolvere e, quando possibile, eliminare la causa del disturbo infantile e garantire al bambino uno sviluppo psicologico ottimale, in modo che non si compromettano i livelli di maturazione

Sottovalutare i disagi che possono manifestarsi in maniera lieve nell’età infantile, infatti, può pregiudicare le tappe dello sviluppo infantile e la crescita del bambino.

La Dott.ssa Ragusa imposta il suo lavoro di consulenza psicologica infantile indagando anche il contesto familiare in cui è inserito il bambino: il percorso evolutivo del bambino – e quindi la possibilità che in lui si manifestino conflitti di sviluppo e disturbi del comportamento nell’età evolutiva – ha origine nel contesto in cui nasce e cresce, nelle modalità con le quali i genitori (o chi per loro) lo educano, nella qualità delle relazioni e nel clima emotivo che permea l’ambiente familiare.